Il Gemellaggio

Il gemellaggio trova origine in uno stimolo da parte dell’ambasciatore tedesco a Roma. Un gemellaggio tra Civitella e un comune tedesco era espressamente desiderato, poiché nel passato un’ ombra incombeva sui rapporti e lo sguardo doveva volgersi verso il futuro. 212 persone, quasi esclusivamente civili, furono le vittime di un massacro del regime nazista il 28.06.1944

Il comune Civitella si era rivolto al Consiglio delle cittá e dei comuni del Baden-Württemberg. Quindi fu informata anche Kämpfelbach e il sindaco Kleiner manifestó il suo interesse.

Nell’autunno del 2009 il Sindaco Massimiliano Dindalini con la sua Segretaria Angela Angioli si sono recati a Kämpfelbach per una breve visita. Sono stati accolti da una piccola delegazione del comune di Kämpfelbach e informati sugli interessi del comune. Nel frattempo visitarono anche altri comuni del Baden-Württemberg.

Il Sindaco Massimiliano Dindalini e i rappresentanti delle frazioni del consiglio, su una scelta di tre comuni, si sono pronunciati per un gemellaggio con Kämpfelbach. Civitella e Kämpfelbach sono nel loro intento espressamente sostenute dall’ambasciata tedesca a Roma.

Su invito del Sindaco Massimiliano Dindalini una delegazione di Kämpfelbach dal 16 al 18 giugno 2010 ha visitato il comune di Civitella.

Civitella si trova in Toscana, a circa 200 km da Roma, é composta da 9 frazioni con in totale 9.000 abitanti e una superficie di 100 m²/km. La scelta del nome del comune deriva da un piccolo storico paese di montagna(650 m ) con circa 250 abitanti.

Alla visita hanno preso parte:
I consiglieri comunali: Gabriele Hunter, Ralf Krautmann e Josef Riegert e il Sindaco Udo Kleiner.

Dopo l’arrivo e i saluti da parte del Sindaco Massimiliano Dindalini e della sua Segretaria Angela Angioli, la delegazione si é trasferita negli alloggi a Civitella. Con un piccolo giro notturno del paese con visita al castello vescovile e una grandiosa vista sulla valle dell’Arno, é terminato il giorno dell’arrivo che era cominciato con un volo da Karlsruhe/Baden–Baden per Roma/Ciampino e con un rapido proseguimento con un veicolo dell’ambasciata.

Il giorno successivo un programma culturale ricco e molto ben organizzato attendeva la delegazione di Kämpfelbach.

Di mattina si é visitato il museo in memoria delle vittime del massacro del 29.06.1944, lasciando un messaggio nel registro dei visitatori per esprimere il profondo dispiacere.

È seguita la visita alla Galleria d’Arte Contemporanea con i suoi pregevoli pezzi che, negli ultimi 40 anni, hanno reso rinomata Civitella in quest’ambito.

Quindi, visita al momunemto alla memoria nella Chiesa di Civitella.

Dopo il programma prevedeva la vista all’asilo nido, per i bambini da 6 mesi a tre anni anche dei paesi vicini. L’asilo dispone di stanze per il riposo e di una stanza per il cambio e quotidianamente viene registrato il comportamento di ogni singolo bambino (dormito mangiato, bevuto molto/poco). I bambini vengono presi da un bus e portati all’asilo. La cifra pagata dai genitori ammonta anche a 400 € mensili. Queste rette coprono solamente il 20 % dei costi totali, il rimanente 80% viene coperto dal comune di Civitella. Prima della pausa pranzo si é fatta anche una visita al museo del vino.

Dopo la pausa pranzo il programma é proseguito con una visita ad una ditta per componenti da cucina che opera a livello mondiale (200 operai, fornitrice, tra gli altri, di Blanco di Oberderdingen e Franke) con la tecnologia piú moderna e con prodotti di altissima qualitá e con una visita ad un azienda produttrice di vino.

Nel pomeriggio poi l’incontro con le autoritá e con i rappresentanti delle singole frazioni del consiglio e la visita del municipio.

Nel municipio si é discusso dei passi successivi. Gli si é fatto presente che il consiglio comunale di Kämpfelbach sarebbe stato informato, nella successiva seduta del luglio 2010 (che avrebbe avuto il gemellaggio come principale punto all’ordine del giorno) dell’accoglienza molto cortese e ospitale del comune di Civitella.