Bilfingen
Ersingen

Cenni Storici

Le prime testimonianze storiche risalgono per Bilfingen al 1193 e per Ersingen al 1197, grazie ad una bolla papale in cui Celestino III attesta i privilegi e le proprietá del monastero ”Frauenalb” nei due paesi che, attraverso diversi acquisti e scambi divennero quasi interamente di proprietá del monastero stesso fino al 1803. Prima che Ersingen appartenesse interamente al monastero fu sotto il controllo dei Signori di Enzberg, i conti di Erbstein e di Vaihingen, dei dominicani e dei circestenzi di Pforzheim.
Ersingen
Ersingen

Dopo il 1083 cominció la concentrazione dei due paesi. Ersingen e Bilfingen formarono un „paese doppio“ con un unico sindaco, consiglio e corte. Poiché dapprima Ersingen era il doppio di Bilfingen le cariche venivano ricoperte per due terzi da abitanti di Ersingen.

I nomi dei paesi di Ersingen e Bilfingen hanno origini alemanne.

Intorno al 260 d.C. gli Alemanni colonizzarono quest’area. Gli insediamenti si diedero i nomi del piú vecchio del loro clan, con l’aggiunta del suffisso "-ingen". Quindi Bilfingen fu chiamata cosí dal nome Binolf e Ersingen dal nome Ergeso o Argizo. Ma giá ai tempi dei Romani esisteva una costruzione in un incrocio, sulla quale vennero costruite le fondamenta della Chiesa del Pellegrinaggio di Bilfingen. I fondatori di questa chiesa, nel 7° secolo, erano monaci scozzesi.

Nel quadro della riforma dei comuni nel Baden-Württemberg, il 1° luglio 1974 i comuni di Bilfingen e Ersingen si sono uniti nel nuovo unico comune di Kämpfelbach.

Ersingen e Bilfingen possiedono delle vecchie tradizioni di carnevale con sfilate, coppia di principi e il cosidetto “Scheibenschlagen”, cioé il lancio di dischi di legno ardenti. Inoltre entrambi i paesi celebrano il 7 settembre, con digiuno e comunione, il "giorno del voto" che risale al 1357, anno della peste.